Report venerdì 12 giugno – nuovi nodi nuova valle

Allora, il fine setimana scorso abbiamo deciso di lasciar ein pace la valsamoggia, che ha avuto tutti i fine settimana di maggio ballerini per l’aggiunta di nuovi nodi ogni settimana. Ci siam spostati quindi in val di Venola, dove abbiamo fatto un sopraluogo a Malfolle e presto ci torneremo 🙂 e poi abbiamo iniziato un nuovo tratto per togliere da un anfratto tra due monti il terreno di un amico.

Venerdì seretta abbiamo montato solo una delle due antenne, tra l’altro abbastanza coperta da una file di cedri ?!?!!! ma pensiamo possa farcela 🙂

lei si chiama Mosca ed è una ubiquiti m5 nanostatione xm, flashata con Libremesh 18.06.

Nei prossimi giorni vedremo se di là si riceve qualche cosa 🙂

 

3 tetti in una domenica!

Report di domenica 17 maggio 2020.

Visto sempre il periodo di pandemia, andiamo ad aggiungere nodi alla rete così che chi abita quella casa sia connesso alla rete mesh interna ma anche all’internet.

Ieri abbiamo aggiunto un nodo nuovo: cincia, verificato che una delle antenne tplink che pensavamo funzionante(cimice) in realtĂ  non lo è e poi “ravvivato” un nodo che avevamo messo nell’inverno ma che con l’arrivo della primavera e delle foglie sugli alberi ha perso un saaacco di segnale.

La settimana era iniziata con un nuovo nodo, ghiandaia, che si è aggiunto da solo. Ovvero noi gli abbiamo procurato l’antenna ed il router, giĂ  configurati, e lei si è aggiunta alla rete da sola!

Evviva!

Abbiamo inaugurato una nuova rete di “nomi”, ora dopo le antenne insetto ed i router piante, abbiamo i  bridge uccellini.. eggiĂ .. sono antenne che hanno su software proprietario e sono in bridge, quindi una volta messe nella rete, lasciano assegnare gli indirizzi IP dalle altre antenne. Ne abbiamo 2 al momento, in realtĂ  è una scelta obbligata, nel senso che quel modello di antenna non siamo riuscite a flasharlo con LibreMesh.. e visto il momento abbiamo deciso di usarle lo stesso.

Ma devo dire che funzionano bene e non ci fanno interferenza nel network, non separano nessun* in sottoreti.

hem.. la realtĂ  è che dobbiamo comprare nuove antenne perchè le abbiam quasi finite…. 🙂

Quindi ieri al mattino siamo andati a montare cincia, la cosa notevole è che il proprietario di casa non ha esistato un attimo a fare un buco nel muro per far l’entrata del cavo in salotto 🙂 unico appunto ci siamo scordate di fare la pieghina al nodo in esterno per fare in modo che non si tiri dentro l’acqua. Basta una piega per fare un’ansa che pende verso il basso e stringerla con una fascetta.

 

Poi abbiamo spostato l’antenna Calabrone da dentro ad una finestra ad una bella asta sul tetto, dandogli un notevole miglioramento del segnale!

Per ultimo siamo andati a Castello ed abbiamo tolto Cimice, che faceva finta di rispondere ma poi si spegneva e gli abbiam messo Mosca, una ubiquiti m5 nanostation xm. Che si collega a Calabrone. Siamo passati da -87dbm a -74dbm.

Notevole!

 

Report Test su LIbremesh – dicembre 2019

Il risultato: FUNZIONA TUTTO!!!

Cioè non che siam stupiti.. he?!?

Cioè lo sapevamo.. però alla faccia! che bello quando le cose vanno!

Quindi ora siamo stabili sui nodi: Castello verso Sega, Castello verso Cabat, Castello verso Lomba.

Abbiamo il nostro primo super nodo funzionante.. ora da li ci spostiamo!

Come abbiamo fatto ad aggiustare le cose?! ecco un po di documentazione:

test per sapere le interfacce in giro:

ping ff02::1%wlp3s0

E’ normale avere duplicati, perchè ti rispondono piĂą di una interfaccia.

Avere informazioni di connessione

in ssh alla macchine #batctl originators

mtr in locale sul proprio pc

mtr -b -s 500 -4 cooperativa.cat

 Mettere nome antenna

uci set lime.system.hostname=mantide
uci set lime.system.hostname=zanzara
uci set lime-node.system.hostname=scolopendra
uci commit
uci get lime.system.hostname
lime-config
reboot && exit

Buildare i Firmware con libremesh SDK

https://github.com/libremesh/network-profiles/tree/master/valsamoggia.ninux.org#generating-the-firmware-images

Sapere le configurazioni dell’antenna

uci show lime-defaults
uci set lime-node.wifi.channel_5ghz=’157′
uci set lime.wifi.channel_5ghz=’48’

Test sui due modi scolopendra/zanzara:mantide/formica

-cambio hostname
-alla configurazione: no AP di scolopendra, tutte sul canale 48, lime 15, da wireshark si vedono un troppissimi pacchetti che svanivano per TTl (time to live) esaurito

## test 2:
messo scolopendra/zanzara sul canale 157, continuano a sparire pacchetti nel nulla, ma sembra nella tratta tra scolopendra ed eolo. Mantide spenta. Decidiamo di rimuovere lo switch, per fortuna ne abbiamo un altro dietro!

 

 

Report 13 novembre – valsamoggia

mercoledì scorso (13 novembre) mi è venuta la furia di aggiornare in valsamoggia, era una bella giornata, chi abita a castello aveva bisogno una mano per cambiare la pila piatta del notebook e quindi tanto che c’ero ho fatto due lavori lĂ .

La settimana prima ad Opfcina (www.ofpcina.net) era arrivato in dono uno switch e quindi ho pensato che visto che la versione 15 ha problemi, Continue reading “Report 13 novembre – valsamoggia”