Pensare ad un regolamento interno/patto sociale

Intanto che ci pensiamo, pubblichiamo alcuni link per farci una idea:

Rete in Italia, NINUX: http://wiki.ninux.org/FONNCompact

.. non trovo quello dei Calabresi 🙁

Poi andiamo sull’estero 🙂 alcuni testi sono tradotti!!

Questo è un luogo di discussione a livello di italoablanti e tangenzialmente della rete Ninux: https://talk.communitynetwork.it/t/minimo-comune-denominatore/33/31

e qui la traduzione del regolamento dell’ ISP associativo Tetaneutral di Toulose, fr.


Regolamento Interno Tetaneutral
versione del 2012-03-07

Articolo 1 – Principio di funzionamento del servizio

Nell’ambito del proprio scopo sociale l’associazione fornisce servizi
alle persone aderenti in solido alla partecipazione ai costi sostenuti
dalla stessa. Questi servizi sono gestiti da volontari-e nel loro tempo
libero e in modo amatoriale. Di conseguenza, sono forniti senza alcuna
garanzia di qualità, efficienza, disponibilità, tempi di risposta alle
richieste di supporto o di sicurezza dei dati e dell’attrezzatura.
L’associazione non può essere ritenuta responsabile di conseguenze
legate a malfunzionamenti temporanei o permanenti di un servizio o di
perdita di dati o di materiale. Ogni aderente deve dunque assicurare di
per sé di poter disporre di backups e di servizi di recupero dati
adeguati alle proprie necessità in caso di problemi ad uno o più servizi
forniti dall’associazione.

Articolo 2 – Rispetto della Legge e dei Regolamenti in vigore

Le aderenti si impegnano a rispettare la Legge, i Regolamenti e gli usi
in vigore, in particolare il codice di proprietà intellettuale, a non
usurpare identità altrui e a non compromettere il funzionamento
dell’attrezzatura dell’associazione. I-Le volontari-e che gestiscono
servizi si impegnano a rispettare la confidenzialità di dati e
corrispondenze delle persone aderenti e le norme in vigore, finché hanno
accesso alla gestione degli equipaggiamenti. L’associazione si impegna a
rispettare la neutralità della rete.

Articolo 3 – Trasparenza

I dettagli di spese e fatture gestite dall’associazione e la situazione
economica sono pubblicate regolarmente dall’ufficio, almeno una volta
per semestre. Le fatture che l’associazione non può rendere pubbliche a
causa dei fornitori sono messe a disposizione su domanda delle aderenti,
che si impegnano a loro volta a rispettare la confidenzialità richiesta
dal fornitore.

Articolo 4 – Tariffe

Il consiglio di amministrazione pubblica e aggiorna un tariffario
indicativo dei servizi dell’associazione in base al principio di
partecipazione libera ma necessaria, ai costi dell’associazione.
L’ufficio decide su ogni richiesta di tariffa preferenziale iniziale o
in evoluzione, in più e in meno, includendo la gratuità. Senza
disposizione contraria ed esplicita i servizi dell’associazione sono
forniti senza costo d’accesso né di risoluzione e senza impegno di
durata. Qualsiasi servizio non pagato da una aderente sarà interrotto un
meso dopo l’ultima scadenza di pagamento prevista e non onorata e
ristabilito dopo la conferma del pagamento delle somme dovute. In caso
di indisponibilità di un servizio l’aderente può chiedere un credito o
un rimborso all’ufficio pari all’importo cumulato su base tariffaria non
appena l’indisponibilità raggiunge o supera i 10 euro. L’associazione
fornisce una fattura annuale su richiesta all’ufficio. In caso di
consumo eccessivo di una risorsa da parte di una aderente, chi gestisce
i servizi prenderà senza ritardi tutte le misure necessarie al buon
funzionamento dell’attrezzatura e dei servizi dell’associazione, e
informerà l’ufficio che contatterà la persona e le proporrà una
composizione delle spese in eccesso sostenute dall’associazone legate a
tale consumo ed eventualmente l’attuazione di un dispositivo per
limitare il consumo.

Articolo 5 – Materiali e manutenzione

Le installazioni di materiali sono fatte interamente sotto la
responsabilità dell’aderente che deve disporre delle necessarie
assicurazioni ed autorizzazioni secondo le leggi ed i regolamenti in
vigore e se necessario affidarsi a personale qualificato. L’aderente si
impegna a resistuire equipaggiamenti messi a disposizione
dall’associazione in caso di cessazione del servizio, o a fornire
un’attrezzatura equivalente all’associazione. Un’aderente che abbia
installato del materiale si impegna a renderne possibile la manutenzione
in caso di guasto o di necessità di installazione di nuove attrezzature.
Nella misura del possibile e in caso di assenza di un aderente nel luogo
di installazione, l’aderente indica all’associazione le persone da
contattare per effettuare la manutenzione. In caso di guasto
all’attrezzatura fornita dall’associazione, questa fornisce una
sostituzione secondo le sue possibilità.

Osservazioni e proposte

Grazie per aver inserito le tue osservazioni qui e non sul testo stesso.
Puoi invece correggere direttamente le foto .
– osservazioni
– proposte
– un articolo sulla sicurezza? la neutralità della rete implica che
l’associazione non fornisce alcuna protezione contro attacchi (e la rete
radio WDS non è securizzata); non può essere ritenuta responsabili, e
quindi sta ad ogni membro di securizzare con i mezzi appropriati
(firewall, antivirus, cifratura, …) i propri dati e servizi.
– un punto sull’obbligo di un membro di informare le persone coinvolte
in un pirataggio che ha potenziali conseguenze sulle altre (accesso a
dati personali o compromissione di macchine)